PRESSIONE ARTERIOSA.

La pressione arteriosa elevata, o ipertensione, è una condizione molto comune ma non per questo meno pericolosa. Vi sono due livelli di pressione arteriosa, quella sistolica (o massima) e quella diastolica (o minima). La pressione sistolica dovrebbe rimanere sotto al valore di 140 mmHg, la diastolica dovrebbe essere inferiore a 90 mmHg (85 se si è diabetici). Alcuni diabetici particolarmente a rischio dovrebbero avere valori ancora inferiori (< 130/80 mmHg). Se anche solo una delle due pressioni è superiore, si parla di pressione elevata, o ipertensione.

Sebbene per molti anni possano non esserci sintomi, l'ipertensione causa un progressivo danno all'apparato cardiovascolare. A parità di altri fattori, una persona ipertesa ha un rischio di infarto o ictus a 10 anni 2 volte superiore ad una persona con pressione normale. E' quindi importante controllare la pressione periodicamente: una volta all'anno finchè si riscontrano valori normali, altrimenti più frequentemente.

La misurazione della pressione

Misurare la pressione arteriosa è semplice: ci si può recare dal proprio medico di famiglia, in molte farmacie, o la si può misurare da soli utilizzando uno strumento apposito, chiamato sfigmomanometro (ve ne sono di tanti tipi diversi).

Se decidete di misurare la pressione a domicilio, dovete tuttavia tenere presente alcune norme importanti affinché la misurazione sia affidabile (se non si rispettano, il valore misurato può essere molto diverso da quello reale):

  • Sedetevi a tavola e aspettate in tranquillità alcuni minuti, rimanendo in silenzio durante la misurazione;
  • Posizionate il bracciale dello sfigmomanometro a metà fra gomito e spalla;
  • Appoggiate il braccio sul tavolo in modo che il bracciale sia all’altezza del cuore;
  • Dopo la prima misurazione, aspettate pochi minuti e fatene una seconda; se i valori differiscono molto fatene una terza;
  • Se non l’avete mai fatto, misurate la pressione in entrambe le braccia: se non vi è alcuna differenza potete misurare la pressione nel braccio che preferite; se invece c’è una differenza significativa fatelo presente al vostro medico e ricordatevi di misurare la pressione sempre dal braccio che da valori più elevati.
  • Annotate i valori riscontrati con data e ora della misurazione. Quando vi recate in visita dal vostro medico o da uno specialista ricordatevi di portare in visione le vostre misurazioni.

In ultimo, tenete presente che le persone molto magre e quelle obese dovrebbero utilizzare bracciali di dimensioni adeguate alla circonferenza del proprio braccio.

La prevenzione

Nella grande maggioranza dei casi (a meno che non vi sia una ipertensione davvero alta), la pressione si può tenere sotto controllo relativamente facilmente. Il primo approccio preventivo è non-farmacologico: occorre smettere di fumare, migliorare lo stile alimentare, vincere la sedentarietà e raggiungere un peso corretto (consulta le sezioni dedicate su questa App). Cambiare lo stile di vita è a tutti gli effetti una terapia, e può essere sufficiente ad ottenere valori soddisfacenti di pressione. Inoltre, coloro che necessitano di una terapia farmacologica devono sapere che questa avrà un’efficacia minore se non viene associata ad un miglioramento dello stile di vita.