ALIMENTAZIONE.

Se gli effetti del fumo sono noti a tanti, ancora poche persone invece hanno compreso appieno l'importanza dell'alimentazione per la salute. Invece, un’alimentazione sana rappresenta un fondamento della prevenzione cardiovascolare, riduce il rischio di alcuni tumori, ed è quindi raccomandata per tutti: giovani, anziani, sani e malati.

Oltre all'ovvia prevenzione dell'obesità, una corretta alimentazione contribuisce a controllare la pressione arteriosa e la glicemia (ovvero i danni del diabete), ed a migliorare il profilo lipidico (colesterolo).

Mangiare sano significa mangiare di tutto, ma con la frequenza e nelle quantità giuste.

I pasti principali nell’arco della giornata dovrebbero essere cinque:

  • colazione (sostanziosa)
  • spuntino a metà mattinata (es. un frutto)
  • pranzo (iniziando dalla verdura e terminando con carboidrati come pasta o riso)
  • spuntino a metà pomeriggio
  • cena (a base di proteine e verdure)

I cibi ricchi di grassi animali, come salumi e formaggi, si possono mangiare in quantità modeste, e non troppo frequentemente. I dolci, e condimenti grassi come il burro dovrebbero essere consumati sporadicamente. Vediamo ora i vari nutrienti e i consigli più dettagliati, fermo restando che le persone obese ed i diabetici dovrebbero rivolgersi ad uno specialista dell’alimentazione.